Pacini Medicina/
Blog

Acne lieve e acne grave

5 Mag 2016
acne

A livello mondiale è stato stimato che nel 2010 erano ben 650 milioni le persone affette da acne, pari al 9.4% della popolazione.

L’acne è molto comune nei soggetti tra i 12 e i 25 anni e nel passato si pensava che fosse una prevalenza in funzione di alcuni caratteri genetici (il colore della pelle), ma non è così: possiamo trovare una crescente incidenza anche nei giovani asiatici o di colore. Una curiosità particolare è che l’acne è totalmente assente in popoli primitivi, che vivono in alcune aree rurali. Questo significa una correlazione ai fenomeni di inurbamento e di occidentalizzazione. Si manifesta soprattutto in età adolescenziale a causa dell’aumento della secrezione di androgeni.

Sia nei paesi in via di sviluppo, che in quelli sviluppati, risulta una maggiore incidenza nell’universo femminile, dove oltre alla pubertà, possiamo trovare il fenomeno anche in età postadolescenziale. Nell’uomo è meno comune trovare il protrarsi dell’acne oltre i 30. In compenso le forme più gravi sono sul maschio.

 

Nelle prossime settimane verranno pubblicate le linee guida e le raccomandazioni del SIDeMaST (Società Italiana di Dermatologia medica, chirurgica, estetica e delle Malattie Sessualmente Trasmesse) riguardanti l’acne grave e l’acne lieve e moderata.

Ecco un anticipo…

 

Che cos’è l’acne?

Esistono due forme di acne: lieve e moderata e grave. L’acne è una dermatosi infiammatoria cronica a eziologia multifattoriale. Si caratterizza per il notevole polimorfismo lesionale dovuto alla presenza di elementi cutanei sia di natura non infiammatoria (comedoni aperti e chiusi) sia infiammatoria (papule, pustole e noduli), localizzati nelle aree seborroiche del volto e del tronco. L’acne è una delle affezioni dermatologiche a maggiore impatto sulla vita relazionale e prevenirne l’estensione delle infiammazioni è l’obiettivo principale del trattamento. Altri obiettivi sono di migliorare l’aderenza al trattamento e ridurre l’insorgenza di resistenze batteriche.

Nel 2003 per la prima volta la Global Alliance to Improve Outcomes in Acne ha suddiviso l’acne in base alla gravità, in lieve, intermedia e grave.

L’acne grave è una varietà clinica di acne caratterizzata dalla presenza di papule infiammatorie, pustole e soprattutto noduli.

 

Acne grave

Come si può curare? Quale terapia farmacologica seguire?

Nelle guide linea terapeutiche europee è stata raccomandata, come prima scelta terapeutica, l’isotretinoina per l’acne papulo-pustolosa grave, nell’acne nodulare intermedia, e, infine, nell’acne nodulare grave. Il dosaggio iniziale più utilizzato è 0,5 g/kg/die. Questo dosaggio può essere aumentato fino a 1 mg/kg/die nei pazienti con una scarsa risposta clinica. Il dosaggio minimo efficace è di 0,2-0,3 mg/kg/die. Negli ultimi anni, alcuni autori, anche italiani, hanno proposto quest’ultimo dosaggio d’attacco, al fine di ridurre incidenza e gravità degli effetti collaterali iniziali. Il dosaggio cumulativo totale dell’isotretinoina è di 100-120 mg/kg per un periodo di 4-5 mesi. In alcuni pazienti, soprattutto maschi con acne grave localizzata al torace e/o alle spalle e/o al dorso, si può aumentare il dosaggio cumulativo totale anche oltre 120 mg/kg per un periodo di 4-5 mesi.

Gli idratanti sono utilissimi per limitare la xerosi, soprattutto alla cute del volto e delle mani e alle labbra. Molto importanti sono anche filtri e schermi, con un alto fattore di protezione. Altra cosa importante sono i retinoidi topici, derivati della vitamina A, agiscono attraverso due meccanismi principali: la normalizzazione della cheratinizzazione e la riduzione della risposta infiammatoria.

 

E con i dermocosmetici?

L’uso dei cosmetici, è un’opzione necessaria per limitare e/o prevenire gli effetti collaterali di tali terapie, contribuendo a migliorare il management del paziente acneico aumentandone l’aderenza alla terapia farmacologica. Si tratta di detergenti, seboregolatori, cheratolitici, antimicrobici, antinfiammatori, idratanti, fotoprotettori, camouflage e stare attenti alla rasatura!

 

Scarica il PDF qui.

 

Acne lieve

Terapia farmacologica

L’obiettivo principale per trattare l’acne lieve è prevenire l’estensione dell’infiammazione alle strutture tissutali profonde e la conseguente comparsa di cicatrici. Ulteriori, ma non meno importanti obiettivi di una corretta terapia, sono migliorare l’aderenza al trattamento e ridurre l’insorgenza di resistenze batteriche, problema quest’ultimo di importanza sempre maggiore negli ultimi anni.

La terapia topica è il fulcro sul quale ogni regime terapeutico antiacne che possa definirsi completo si fonda. Nell’acne comedonica e nella maggior parte dei casi di acne papulo-pustolosa lieve-moderata, essa è di per sé sufficiente a ottenere il controllo delle manifestazioni e la remissione della patologia.

Tra questi le tre molecole più ampiamente utilizzate nella terapia dell’acne sono la tretinoina, l’isotretinoina e l’adapalene. I retinoidi topici, derivati della vitamina A, invece, agiscono attraverso due meccanismi principali: la normalizzazione della cheratinizzazione e la riduzione della risposta infiammatoria.

Vengono anche utilizzati altri elementi: il benzoile perossido, l’acido azelaico (agente antibatterico), gli antibiotici topici ed altre molecole come l’acido salicilico, la nicotinamide e il resveratrolo.

 

I dermocosmetici sono importanti?

Come per l’acne grave l’uso di dermocosmetici come detergenti, seboregolatori, cheratolici, antimicrobici e antinfiammatori sono sicuramente un valore aggiunto per il paziente. Da parte del dermatologo sarebbe auspicabile una maggiore sensibilità nei confronti di tale problematica al fine di fornire al paziente in modo coscienzioso delle indicazioni cosmetologiche valutate in base al suo caso clinico.

 

Scarica il PDF qui.

 

A cura di Silvia Maculan

NEWS
LETTER

Le informazioni che si trovano in questo sito si intendono per un uso esclusivamente informativo e non possono in alcun modo sostituire la consultazione con il proprio medico.

Pacini Editore Srl
via Gherardesca 1, 56121 Pisa • cod.fisc, p.iva, reg.imp.prov.pi 00696690502 • Cap.soc.iv. 516.000 euro
Copyright © 2015. All Rights Reserved.
Cookie Policy | Privacy policy | Credits