Pacini Medicina/
Blog

Ansia e depressione nella Medicina Generale

5 Ott 2016
A photo by Milada Vigerova. unsplash.com/photos/kT0tsYZ2YE0

In alcuni momenti della vita, quando si perde una persona cara, si viene licenziati dal lavoro, si divorzia o ancora altre situazioni difficili, la persona che le affronta può arrivare a sentirsi triste, in solitudine, spaventata, nervosa o ansiosa.

Questi sentimenti sono delle normali reazioni allo stress della vita ma alcune persone avvertono queste sensazioni ogni giorno o quasi, ma senza un motivo apparente, e rende loro difficile portare avanti la normale attività quotidiana. Chi ne viene colpito può avere un disturbo d’ansia, o di depressione, o entrambi.

La definizione diagnostica spesso non è semplice. Tra le persone con un qualsiasi disturbo mentale nell’ultimo anno che hanno fatto ricorso ai servizi sanitari, il 38% ha consultato solo il medico di medicina generale (MMG), il 21% solo uno psichiatra, il 6% solo uno psicologo e il 28% ha consultato sia un MMG sia un professionista della salute mentale. Dalla statistica dei casi emerge che la maggioranza è donna, del centro e nord Italia (escluse Campania e Sicilia) e nella fascia 65-85 anni.

Spesso queste persone si rivolgono per primo al MMG, come interlocutore di fiducia per i problemi sanitari. Nelle cure primarie si possono distinguere persone con quattro tipologie diverse di disturbi psichici:

  • disturbi psichici gravi (gravi disabilità),
  • disturbi di significativa disabilità (ansia e depressione),
  • terapie psico-sociali (fobie, abuso di sostanze, disturbi del comportamento alimentare, ecc),
  • disagio psichico temporaneo (lutto, eventi stressanti, ecc).

Molto spesso il MMG non ha una competenza sufficiente nell’accuratezza del riconoscimento dei primi disturbi psichici. In una condizione di disagio bisognerebbe riconoscerne gli elementi ed annotarli, fare una valutazione psicologica sistematica, fare uno screening nei soggetti a rischio, un esame psichico o una valutazione psicologica. Infine bisognerebbe formulare una diagnosi e parlare con il paziente ed i suoi familiari.

Per la diagnosi dei disturbi psichici è necessario considerare quattro gruppi di segni e sintomi (vedi tabella).

pagine-da-rivsimg_4_2016_ansia-e-depressione-pdf

Bisogna poi ricercare la presenza di storia personale e familiare di disturbi psichici, tratti di personalità, eventi stressanti; perdite significative, lutti, uso-abuso di sostanze, isolamento relazionale e sociale.

I disturbi depressivi

  1. il disturbo da disregolazione dirompente dell’umore: dai 10 anni, con scatti di ira, umore irritato e triste, senza alcuna ragione
  2. il classico disturbo depressivo comporta cambiamento di peso, insonnia, astenia, autosvalutazione o colpa, riduzione della concentrazione, pensieri di morte. Tra i 20 e i 30 anni, soprattutto nelle donne.
  3. il disturbo depressivo persistente si presenta nella prima età adulta, spesso causato da abuso di sostanza, e comporta inappetenza o troppo appetito, insonnia o ipersonnia, scarsa energia, il sentirsi un fallimento
  4. il disturbo disforico premestruale coincide nella settimana preciclo con umore irritabile
  5. disturbo depressivo da farmaci o sostanze
  6. disturbo depressivo dovuto a delle malattie

 

I disturbi d’ansia

  1. il disturbo d’ansia da separazione compare nei bambini che hanno reazioni spropositate quando si allontano anche per poco da un genitore
  2. il mutismo selettivo, nei bambini che in certe situazioni o contesti smettono di parlare
  3. le fobie specifiche (animali, aghi, sangue, altezze, ascensori, aeroplani, ecc)
  4. il disturbo d’ansia sociale, in situazioni in cui la persona è sottoposta a giudizio
  5. il disturbo di panico con attacchi di ansia (palpitazioni, sudore freddo, tremori, affanno, dolore toracico, timore di morire…)
  6. disturbo di ansia generalizzato con irrequietezza, tensione muscolare, sonni interrotti, stanchezza, ecc.

Per approfondimenti:
SIMG 4/16 download gratuito qui

Articolo sull’ansia e depressione SIMG 4/16 download gratuito qui

A cura di Silvia Maculan

 

 

 

NEWS
LETTER

Le informazioni che si trovano in questo sito si intendono per un uso esclusivamente informativo e non possono in alcun modo sostituire la consultazione con il proprio medico.

Pacini Editore Srl
via Gherardesca 1, 56121 Pisa • cod.fisc, p.iva, reg.imp.prov.pi 00696690502 • Cap.soc.iv. 516.000 euro
Copyright © 2015. All Rights Reserved.
Cookie Policy | Privacy policy | Credits