Pacini Medicina/ Blog /
Alimentazione

Integratori alimentari: indicazioni per l’uso

6 Dic 2018
AdobeStock_201250832-min

 

Il successo degli integratori alimentari nel nostro Paese è in crescita costante: questo è ciò che sostiene un’Associazione di categoria, rappresentativa del settore degli integratori in Italia. I dati parlano chiaro: sono circa 32 milioni gli Italiani che ne hanno utilizzato almeno uno nel 2017, acquistandolo per lo più dai canali istituzionali come farmacie o tramite e-commerce.

I multivitaminici e multiminerali (MVMS) sono gli integratori più utilizzati, ma non sempre vengono assunti in maniera adeguata.

Per capire quali siano i criteri di riferimento di un uso corretto dei MVMS, abbiamo riportato alcune domande dell’intervista pubblicata su AP&B fatta a Hellas Cena, direttrice del Master in Dietetica e Nutrizione clinica dell’Università di Pavia. A lei è legata anche la coordinazione di un Documento di consenso internazionale sui MVMS, sottoscritto da 14 esperti di 5 continenti e pubblicato su Clinical Therapeutics.

Quali sono le caratteristiche che dovrebbe avere un preparato multivitaminico/multiminerale destinato al consumo per la popolazione generale?

Ci rivolgiamo alla popolazione adulta e sana, nei casi di apporto di micronutrienti inadeguato, inferiore cioè rispetto alle raccomandazioni. Le situazioni variano, com’è prevedibile, da Paese a Paese. Ecco perché il Documento precisa che la formulazione di MVMS più consona dovrebbe contenere almeno i micronutrienti per i quali, in un dato Paese o regione, una parte della popolazione è a rischio di assunzione di livelli inferiori alle quantità raccomandate.

È necessario consultare sempre un professionista della salute prima di assumere autonomamente un MVMS?

Questi preparati sono destinati all’uso ampio nella popolazione generale: quindi la sicurezza è centrale. Consultare il proprio medico o farmacista di fiducia non è quindi necessario, ma è altamente consigliabile, perché il professionista della salute può inquadrare meglio le necessità individuali, considerando le abitudini alimentari e lo stile di vita, oltre al sesso e all’età.

I MVMS non possono sostituire i benefici di un’alimentazione completa e variata. Perché?

Questo è un principio fondamentale, a ogni età e in qualunque condizione. I presupposti stessi dei MVMS indicano chiaramente che si tratta di formulazioni in grado di integrare, non di sostituire, i micronutrienti assunti con gli alimenti Questo perché un’alimentazione corretta, vale a dire bilanciata e varia, fornisce nutrienti (macro e micronutrienti, fibre, antiossidanti) in combinazioni tali, da creare sinergie in grado di potenziarne l’effetto.

Qual è la sicurezza d’uso a lungo termine di un MVMS?

Il Documento di consenso, dopo aver esaminato e discusso la letteratura più solida sull’argomento, conclude che l’assunzione a lungo termine (oltre i 10 anni) di un MVMS è da considerare sicura, a patto che l’apporto quotidiano dei singoli micronutrienti non superi il livello massimo tollerabile stabilito, che si identifica con la dose giornaliera oltre la quale possono presentarsi effetti avversi.

Concludendo possiamo affermare che i MVMS sono formulati per rispondere agli apporti non adeguati di alcuni micronutrienti, spesso frequenti anche nella popolazione adulta e sana. Infine l’assunzione di più di un MVMS va attentamente valutata con il proprio medico, con lo scopo di evitare interazioni e potenziali effetti collaterali.

Clicca qui per leggere l’intervista completa su AP&B.

 

NEWS
LETTER

Le informazioni che si trovano in questo sito si intendono per un uso esclusivamente informativo e non possono in alcun modo sostituire la consultazione con il proprio medico.

Pacini Editore Srl
via Gherardesca 1, 56121 Pisa • cod.fisc, p.iva, reg.imp.prov.pi 00696690502 • Cap.soc.iv. 516.000 euro
Copyright © 2015. All Rights Reserved.
Cookie Policy | Privacy policy | Credits